Alessandra Rinaudo firma, con uno splendido abito, il matrimonio più fashion del 2015!

0
366
views

alessandra_rinaudo_e_la_vestizione_di_eleonora_brunacci.pg

Alessandra Rinaudo ha ideato e realizzato l’abito da sposa per il matrimonio più fashion dell’anno, quello tra Mariano di Vaio e Elonora Brunacci. Direttamente dalla stilista alcune chicche e qualche piccolo segreto sull’abito della sposa e sulla giornata.

Tra gli ingredienti del matrimonio dell’anno ci sono bellezza, moda, celebrity e… amore ovviamente! Il 27 settembre Mariano di Vaio, fashion blogger, modello e imprenditore ed Eleonora Brunacci si sono sposati nell’esclusivo Castello di Procopio a Perugia.

mariano_di_vaio_eleonora_brunacci

Oltre agli invitati a seguire il wedding day di Mariano e Eleonora c’erano gli oltre 4 milioni di followers che il bellissimo fashion blogger vanta sul suo profilo Instagram. I fan non sono stati delusi, Mariano ha pubblicato diverse istantanee durante la giornata!

Eleonora, splendida avvocatessa perugina, ha indossato un abito unico, in organza di seta e pizzo rebrodè francese, creato per lei dalla fashion designer Alessandra Rinaudo, direttrice creativa di Nicole Fashion Group.

eleonora_brunacci_in_abito_alessandra_rinaudo

In un clima da fiaba la cerimonia è avvenuta con rito evangelico intorno alle 16.30. Special guest anche la stilista, che ci racconta alcune curiosità sulla realizzazione dell’abito e sulla giornata!

Come è nato l’abito? Quando ho incontrato per la prima volta Eleonora lei mi ha descritto il suo desiderio di romanticismo e preziosità; mi ha fornito alcuni input e poi ha saputo affidarsi completamente alla mia creatività per dare forma al suo sogno.

alessandra_rinaudo_e_la_vestizione_di_eleonora_brunacci2

Quali sono i tessuti utilizzati e come è composto il capo? L’abito è stato realizzato con una base in organza di seta pura, arricchito con un pizzo rebrodé francese, impreziosito da ricami sul top e sull’ampia gonna a corolla. A donare ulteriore volume e sontuosità al capo, una sopragonna e una sopraccoda importante, tre metri di puro romanticismo…

Un’altra precisa richiesta della sposa era la creazione di un abito importante per la cerimonia, ma che fosse allo stesso tempo confortevole, giovane e sensuale. Così è nata l’idea di un modello trasformabile, che potesse essere adattato ai vari momenti della giornata. Ecco quindi che la coda e il carrè in tulle e pizzo con manica lunga sono scomparsi nella seconda parte dell’evento, dopo la cerimonia. Anche l’acconciatura è stata trasformata secondo le mie indicazioni: da un raccolto iniziale a un più disinvolto semiraccolto per il taglio della torta e l’ultima fase dei festeggiamenti.

dettagli_abito_alessandrarinaudo abito_alessandra_rinaudo_dettagli2 abito_alessandra_rinaudo_dettagli

Una sposa tradizionale, quindi, alla quale non poteva mancare il velo… Ovviamente, il velo per me è sempre un must, un accessorio irrinunciabile. Per Eleonora ne ho creato uno di ben cinque metri, impalpabile e ultra romantico… La sposa lo ha indossato in modo tradizionale, con la calata sul viso e il risultato era così raffinato che all’ingresso in chiesa il bel marito non ha potuto nascondere la commozione nel vedere la futura moglie.

la_vestizione_di_eleonora_brunacci

Un matrimonio, dunque, con tutte le carte in regola per essere definito “da favola”? Assolutamente sì: location pazzesca, concessa agli sposi in via eccezionale; mood floreale molto chic, sui toni del bianco e del verde; un evento caratterizzato da un’eleganza assoluta e da una minuziosa cura del dettaglio; ma soprattutto due ragazzi che nonostante la celebrità hanno voluto e saputo vivere e condividere il giorno più importante della loro vita con estrema semplicità e genuinità.

Photo Credits: Diego Peoli

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.